Famiglie care, a che cosa giochiamo? Nel precedente articolo abbiamo parlato di Cluedo diventando detective per un  giorno :-), e oggi? Vediamo un po’: potremmo disputare una partita insieme a dei draghi minacciosi, inquietanti e sputa fuoco con il gioco da tavolo il segreto dei draghi.

Potreste rispondere: conoscere il segreto dei draghi non è pericoloso?.

Tranquilli, questi draghi non hanno tempo da perdere con gli umani, ma sono avidi e quindi vanno in cerca di tesori.La Editrice Giochi ha creato questo simpatico gioco nel 2012 ed ovviamente su Amazon.it è facilmente reperibile (come puoi vedere qui sotto). Da 2 a 6 giocatori, per bambini dai 6 anni in su.

Il tabellone del gioco è costellato da alte torri e raffigura uno strano villaggio che sembrerebbe pensato apposta per queste creature volanti.

Ce ne sono, infatti, 16 ed hanno un ruolo importantissimo nello svolgimento del gioco. Inoltre, un torrente limpido, un laghetto increspato e qualche casetta finiscono di arredare la nostra plancia la quale assume così un aspetto che tradisce un’ansia per un qualcosa di sinistro in arrivo:

Per iniziare a giocare, bisogna scegliere trai 6 segnalini drago, quello del colore preferito.

Lanciando i dadi, a turno ognuno muove il proprio drago da una torre qualsiasi scelta come “nido”. L’obiettivo è raggiungere un’altra torre per prenderne il tesoro sopra depositato. I tesori sono rappresentati da delle tesserine con un numero stampato sopra e che verticalmente sono poste appunto sulla cima delle torri.

Non ci sono principesse da salvare, non ci sono né Shrek, né Ciuchino in questo fazzoletto di terra pettinato dalle ombre di questi giganteschi forzieri.

La corsa all’oro, a cavallo di questa figura mitica alata non sarà una passeggiata perché ovviamente troverete degli imprevisti lungo il volo.

Quando con il vostro drago finirete su di una torre, prenderete la prima tesserina dalla colonna che avete formato, se il valore del tesoro indicato è basso, potrete sceglierne un’altra ma senza guardarla e, in seguito inizierete il viaggio di ritorno verso il vostro nido.

Qui però, potreste imbattervi in una tempesta violenta che farà cadere inesorabilmente il tesoro senza più la possibilità di riprenderlo. Sigh! La tempesta è interpretata da una graziosa nuvola grigia, simpaticamente mossa dai vostri avversari

Ma, in questo fantastico villaggio all’apparenza abitato solo dai draghi, si muove una figura subdola, furtiva ed inaffidabile: il “ladro”.

Le tesserine ladro, sono mischiate insieme a quelle del tesoro poste sopra le torri. Quando un giocatore scarta un tesoro, la seconda tesserina che prende non deve essere vista; quindi, se questa fosse un ladro?

Il drago nel momento in cui riesce ad eludere le nuvole e raggiungere il nido, deposita qui il bottino prelevato, accumulando ricchezza,

se all’arrivo scoprisse che la tesserina che ha sgraffignato  durante il suo volo e che ha tanto difeso dalle tempeste, fosse un ladro, la creatura alata perderebbe una ricchezza accumulata. Quando le tesserine finiscono, chi avrà accatastato più tesori vincerà la partita.

Che ne pensate?  Come vi comporterete?

Sarete avidi scartando i tesori di valore più basso, rischiando di prendere una tessera ladro o vi accontenterete e, sassolino dopo sassolino proverete ad accumulare una ricchezza indescrivibile? Penserete più a voi stessi o a muovere le tempeste per bloccare gli avversari? Sarete impavidi percorrendo i tratti più lunghi o più cauti svaligiando le torri più vicine al vostro nido?

Famiglie, a voi la scelta, tocca a voi rispondere.

Indossate i panni di Sdentato, di Elliott, di Falkor, di Charizard o di Draghessa, svuotate tutte le torri e chissà che non troviate alla fine una principessa! 🙂

 

Commenti

commenti

Facebook